Libri in Cantina è un evento realizzato con il sostegno e la collaborazione di

Patrocinio della Regione del Veneto Provincia di Treviso Camera di Commercio di Treviso e Belluno
Comune di Susegana

Reading di poesie di Francesca Ruth Brandes, Cristina Ceroni e Valter Arnaldo Esposito

07ott15:3016:15Reading di poesie di Francesca Ruth Brandes, Cristina Ceroni e Valter Arnaldo Esposito

Dettagli dell'evento

Reading di poesie da Tutti i pesci del mare di Francesca Ruth Brandes, Un suono imperfetto di Cristina Ceroni e Parole immaginate di Valter Arnaldo Esposito. Presenta il prof. Alessandro Scarsella.

Tre poeti veneziani in un reading di poesie , fatto di parole e immagini che possano accompagnare il lettore attraverso il prisma di emozioni, suoni imperfetti, amore. Tre autori che vivo e operano a Venezia in un intenso recital per il pubblico di Libri in cantina.

È sempre una questione di amore, si attraversino giorni limpidi o si elabori il lutto. Perché ci vuole più coraggio ad avere fiducia nelle radici profonde di un rapporto, a praticare la presenza piuttosto che l’assenza. È un esercizio costante, anch’esso pratica amorosa, percepire l’essere di chi abbiamo scelto nella nostra vita come ineludibile, oltrepassare le barriere del tempo e dello spazio. Nello scorrere dei versi, Francesca Ruth Brandes evidenzia che l’aura delle persone che non sono più con noi fisicamente, nonostante tutto, permane. Che la presenza è qualcosa di più complesso dell’essere tangibile. È una dimensione storica e affettiva che ci trasforma, giorno dopo giorno, ci rincuora e illumina cosa conti davvero.

Quella di Cristina Ceroni, alla sua opera prima, è una parola abitabile, confidente, come un sorriso appena accennato. Voce familiare che non esclude affatto l’inquietudine, l’ombra. Un mormorio in bilico sul precipizio. La verità, sembra dirci l’autrice, sta sempre oltre. Oltre le storie, oltre l’illusione di riprodurre un suono perfetto. Con questa intima consapevolezza, bisogna attraversare l’imprecisione. Il suono imperfetto è così bello, perché prevede la speranza.

Valter Esposito con Parole immaginate ci offre un posto in prima fila da dove poter guardare lo spettacolo della vita, in questo caso la sua, ma che in realtà è quella di tutti noi. Un viaggio fatto di parole e immagini che accompagnano il lettore attraverso il prisma di emozioni che vengono messe a nudo e dalle quali non si può fare a meno di essere avvolti e coinvolti. Il poeta assume diversi ruoli: bambino, figlio, amante, vagabondo, mendicante e arriva però a spogliarsi di ogni maschera restando “solo” Valter, perché unicamente in questo modo “Ora i passi diventano leggeri, veloci, più leggeri. Le mani escono dalle tasche e si liberano nell’aria. Sono libero, libero di vivere.” Un lavoro ricco di malinconia, ma carico di gioia, un piccolo inno alla vita.

Biblion edizioni

Dettagli

Orario

(Sabato) 15:30 - 16:15

Luogo

Studio del Principe

Studio del Principe